Biografia

Davide Dusnasco nasce nell’agosto del 1992 a Torino. La sua passione per la fotografia si manifesta molto presto e a soli 12 anni si cimenta nel reportage di un viaggio in Africa con una Minolta 7000. Subito dopo il diploma si dedica anima e corpo agli scatti trasformando la sua passione in un lavoro e  specializzandosi nella fotografia di matrimonio.

Nel 2011 inizia a collaborare con JoyPhotographers, un piccolo studio di matrimoni, che nel tempo diventa uno dei principali studi fotografici del settore a livello italiano. Nel 2015, a soli 23 anni, si classifica tra i primi 40 fotografi al mondo di matrimonio nella classifica WPJA (Wedding Photojournalist Association).

Davide non scatta solo per lavoro: ama viaggiare e raccontare con la sua Fuji XT2 i luoghi che visita fotografando le persone del posto.

Oltre all’amore per la fotografia, coltiva sin da bambino la passione per lo sci conseguendo nel 2016 il titolo di Maestro di Sci.

Filosofia

Wedding:

Il lavoro del fotografo di matrimonio non è per niente semplice. Dietro ad ogni scatto c’è un vero e proprio mondo: la ricerca dell’emozione, la cura delle simmetrie, l’occhio per il dettaglio sono tutti elementi fondamentali che devo tenere in considerazione.

Quando lavoro con le persone cerco sempre di metterle a proprio agio, perchè ahimè, nessuno nasce modello. Gestire le tensioni, trovarsi in molti casi in ambienti stretti e magari con poca luce rappresentano piccoli imprevisti che chi fa questo mestiere deve saper gestire mentre chi non è “addetto ai lavori”, spesso nemmeno nota!

Quello che cerco di fare  è mettere tutto me stesso nelle mie fotografie; mi butto a capofitto nelle situazioni e ho sempre voglia di stare in movimento e scoprire cosa c’è dietro il prossimo angolo a cui mi trovo di fronte.

La felicità negli occhi dei miei clienti è la più grande ricompensa.


Life style:

Sono sempre rimasto molto affascinato dalle foto dei grandi fotografi come Kudelka, Salgado, Erwitt, Bresson ed è proprio grazie a loro che ho iniziato ad appassionarmi di fotografia di strada, quella che ormai comunemente chiamiamo reportage. Ma cos’è il reportage?

Per me è una storia da raccontare, un momento da fermare senza intervenire, lasciando libero il flusso degli eventi. Il reportage è il mio modo preferito di immortalare un matrimonio: lascio le mie coppie libere di esprimersi nei gesti di vita comune, e anche nei lavori con soggetti in posa cerco sempre di creare situazioni intime e naturali servendomi di scatti con luci, scenografie e dettagli.

L’occhio che guarda le foto dev’essere in grado di cogliere in una frazione di secondo ciò che sta succedendo, ed è la bravura del fotografo a trasmettere una determinata sensazione.

davide dusnasco life style